Neuropsicologia Clinica

Neuropsicologia clinica

    • Consulenza e valutazione
    • Terapia
    • Interventi di potenziamento e/o ri-abilitativi (cognitivi, logopedici, psicomotori)
    • Laboratorio di potenziamento cognitivo in piccolo gruppo
    • Monitoraggio e retest
    • Rapporti con la scuola: teacher training
    • Rapporti con la famiglia: Parent training

Valutazione e riabilitazione cognitiva e neuropsicologica di pazienti con:

  • Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA)
  • Disabilità Intellettiva
  • Disturbo da Deficit di Attenzione e di Iperattività (ADHD)
  • Disturbo oppositivo provocatorio (DOP) 
  • Autismo e Disturbi dello Spettro Autistico (ASD)
  • Disturbi del linguaggio e della comunicazione
  • Balbuzie, problemi di fonazione, della masticazione e della deglutizione
  • Disturbi misti dello Sviluppo

Valutazione e riabilitazione cognitiva e neuropsicologica di pazienti con:

  • Malattie degenerative (Alzheimer, Parkinson, Corea di Huntington, Demenza a Corpi di Lewy, Demenza Fronto-Temporale, Demenza Vascolare);
  • Mild Cognitive Impairment (MCI);
  • Malattie infiammatorie (sclerosi multipla);
  • Malattie neoplastiche;
  • Malattie post-traumatiche o post-chirurgiche del sistema nervoso centrale che sviluppano sintomatologie cognitivo-comportamentali.
  • Cerebrolesioni acquisite:
    • Stroke;
    • Ictus cerebrale;
    • Trauma cranio-encefalico.

Servizi di prevenzione:

  • Prevenzione dei disturbi cognitivi
  • Screening neuropsicologico
  • Percorsi di Stimolazione Cognitiva per la prevenzione dell’invecchiamento mentate

CONSULENZA E VALUTAZIONE CLINICA

PERCORSO DIAGNOSTICO
In sede di consulenza viene stabilito quali prove somministrare e quali escludere, in base a quanto riportato nel modulo Tracciabilità del Percorso Diagnostico del Centro Phare. La diagnosi deve essere il risultato del lavoro congiunto tra i diversi operatori che osservano e valutano l’utente mediante il colloquio e la somministrazione dei test.
L'attività del Servizio è finalizzata alla definizione della presa in carico del caso clinico; include la consultazione specialistica effettuata dall'équipe composta da neuropsichiatra infantile, neurologo, psicologo, psicoterapeuta, esperto in neuropsicologia e terapisti della riabilitazione.
La valutazione e l'osservazione globale comprendono, a seconda del tipo di disturbo: l'esame neuropsicologico con la somministrazione di test di sviluppo intellettivo, di test di memoria, di test delle funzioni esecutive, di test per la valutazione delle abilità visuo-spaziali, di test proiettivi e della personalità, l'esame psicodiagnostico (compresa l'osservazione di gioco e comportamentale in età evolutiva). Vengono così indagate l'area cognitiva e linguistica, l'area psico-motoria e l'area affettivo-relazionale con l'obiettivo primario di evidenziare le dinamiche psicopatologiche e i fattori di rischio evolutivo nel corso dello sviluppo. La consulenza clinica è intesa come attività di prevenzione e aiuto attraverso un lavoro congiunto con le famiglie.
Il lavoro d'équipe porta alla definizione di una diagnosi e dell'iter terapeutico da intraprendere. Per questo si arriva alla elaborazione di un progetto terapeutico personalizzato, a cui segue l'assunzione di responsabilità attraverso la presa in carico.

CURA E RIABILITAZIONE

PERCORSO ABILITATIVO E/O INTERVENTO DI POTENZIAMENTO
La presa in carico nel percorso di trattamento riabilitativo o di intervento di potenziamento prevede che:

  • L’intervento deve essere mirato su specifici obiettivi concordati. Gli obiettivi devono riguardare singole aree per evitare affollamenti e/o dispersione di energie cognitive dell’utente.
  • L’operatore/riabilitatore, a conclusione del percorso di trattamento, stilerà una breve relazione nella quale elencherà i materiali software e cartacei utilizzati, una sintesi del percorso ed eventuali osservazioni personali sull’utente e sul trattamento.
  • A conclusione delle ore di trattamento continuativo verrà effettuato retest, esclusivamente sulle competenze che sono state trattate. La somministrazione delle prove per il retest e la stesura della relazione verrà effettuata da un operatore diverso da chi ha effettuato il trattamento.
  • A conclusione del trattamento, la cartella nominativa di ogni utente conterrà la diagnosi, i protocolli di tutti i test, eventuali precedenti certificazioni, i piani di intervento, relazione finale dell’operatore/riabilitatore e relazione del retest.
  • Dopo 3 mesi e dopo 6 mesi dal termine del trattamento, l’utente verrà richiamato per un follow up gratuito.


TIPI DI INTERVENTO:

Intervento sulla motricità intesa come strumento di conoscenza e di relazione; il movimento è visto come azione connessa ad intenzioni, scopi e regole sociali: quindi ha sempre un aspetto intersoggettivo.

Intervento sulle patologie del linguaggio e della comunicazione in età evolutiva e adulta.

Intervento su attenzione, percezione, memoria, gnosie, prassie, lettura, scrittura, calcolo, ideazione, logica, processi di pensiero a livelli di sviluppo.

Intervento volto allo sviluppo equilibrato della personalità con obiettivi educativo-relazionali in un contesto di partecipazione e recupero alla vita quotidiana, ovvero attività educativa nell'ambito dell'autonomia personale e/o del gioco, risocializzazione, animazione e ricreazione con finalità di integrazione sociale.

Pin It

Centro Phare Psychè

Il Centro Phare  Psychè nasce con lo scopo di attivare spazi individuali e di gruppo all’interno dei quali "la persona" nella sua unicità, trovi in sé le risorse psichiche di cui necessita per star bene con se stessa e con gli altri.

Ultime notizie